Un merlo.
Il merlo di ieri (febbraio 2021).

Senza sorpresa, la fauna urbana a Parigi non è molto ampia. Gli uccelli che si vedono di più sono i pigioni, gabbiani e passeri. I corvi e altre specie si incontrano anche ma raramente fuori degli spazi verdi.

Lavoro in smart-working, e la mia scrivania è accanto alla porta-finestra che dà sul balcone. Durante la giornata, mi capita di vedere qualche uccello che viene vedere se c’è qualcosa da mangiare di qua.

Gli ultimi giorno, un merlo (non sono un esperto di uccelli, ma sembra di esserlo) è venuto a visitare il balcone. Lo so che alle persone che vivono in campagna sembrerebbe strano di essere così meravigliato di un semplice merlo, ma da queste parte è piuttosto raro vederli di così vicino. Non resta mai molto tempo, e si muove salterellando sul pavimento.

Sembra uno zoo inverto: io sono chiusa nella mia casetta mentre lui sta fuori e mi osserva attraverso la finestra. Mangia qualche vermicello, e poi se ne va.